L’abbiamo tanto desiderata e finalmente è arrivata: ancora un paio di giorni e siamo ufficialmente in estate. Ovvio non è detto che la parola estate corrisponda a giornate di pieno sole, ma una cosa però è certa….

Si avvicinano le vacanze! Che siano programmate a giugno, luglio, agosto o settembre… che importa? Ciò che conta è fare le valigie, portarci l’essenziale e godere per qualche giorno o settimana di un po’ di sano relax, magari sotto il sole per rimediare un’abbronzatura invidiabile, cullate dal rumore delle onde o dal silenzio della montagna.

Certo, non è tutto oro quel che luccica, perché spesso la parola estate è associata anche a spiagge affollate, ritardi aerei, code in autostrada, sale tra i capelli e qualche fastidiosa scottatura.

In quest’ultimo caso però possiamo aiutarti, condividendo con te qualche piccolo trucchetto per proteggerti dal sole (pelle, microbiota cutaneo compreso). Quindi, come si suol dire, bando alle ciance….

Ecco cosa dovresti sapere per affrontare al meglio l’estate e le giornate di sole.

Uno è il numero perfetto, almeno in estate

Un’ora di sole al giorno, infatti, è l’esposizione ideale: stare troppo tempo al sole può accelerare il processo di invecchiamento della pelle e causare la comparsa di rughe e macchie cutanee, meno non ti permette di sintetizzare la vitamina D, essenziale per la buona salute delle nostre ossa.

Bye Bye Junk Food

Addio fast food, merendine confezionate e fritti della nonna! Non solo… i cibi zuccherati e ricchi di grassi saturi, favoriscono il fenomeno della glicazione che inibisce la produzione di collagene ed elastina, rendendo di conseguenza  più veloce il processo di invecchiamento cutaneo. Dai il benvenuto a verdure, frutta fresca, smoothies, centrifugati e acqua (almeno due litri al giorno).

Una spremuta d’arancia al giorno….

Grazie all’alto contenuto di vitamina C, combinato ad antocianosidi, il succo di arancia stimola la sintesi del collagene, aiutando a riparare la pelle dai danni del sole e dell’età e rendendola più tonica ed elastica.

Aggiungi quotidianamente anche alimenti ricchi di antiossidanti – tra cui pomodori, carote, bacche di goji, mirtilli e frutti rossi, avocado, melograno e tè verde – e vedrai la tua pelle ti ringrazierà!

Betacarotene e probiotici, amici per la pelle!

Sappiamo quanto sia importante prepararsi al sole, è consigliatissimo quindi assumere integratori che aiutino da un lato a stimolare la produzione di melanina (betacarotene), dall’altro a rafforzare il microbiota intestinale (probiotici), prevenendo l’insorgenza di manifestazioni cutanee e problemi dermatologici. Perché la salute della pelle, passa anche dall’intestino!

I probiotici oltre che assunti come integratori, possono essere anche essere applicati sulla pelle con creme e sieri dall’alto potere rigenerante e idratante.

Solari, solari, solari…

“Melius est abundare quam deficere” dicevano i latini.

Scegli sempre una protezione alta. Ti abbronzerai lo stesso anche se il tuo fototipo è IV o V, ma eviterai allo stesso tempo una brutta scottatura. Il corpo ha bisogno di abituarsi gradualmente ai caldi raggi solari, trattalo bene. Ricorda che chi va piano va sano e va lontano, meglio un’abbronzatura graduale piuttosto che una rapida e dolorosa bruciatura, evita quindi le ora più calde (tra le 11 e le 15) e se proprio non resisti, ascolta la tua playlist preferita o leggi un bel libro sotto l’ombrellone.

La salsedine, il sole e i frequenti lavaggi possono causare secchezza cutanea.

Questa estate, rimani idratata con il SIERO CORPO ILLUMINANTE RADIANTE (con prebiotici e probiotici), che fornisce una soluzione innovativa contro la pelle di coccodrillo e la disidratazione. Inoltre, favorisce un’azione esfoliante delicata rigenerando gli strati più profondi del derma in cui si producono collagene, elastina e le proteine strutturali.     

Comments ()

Per offrirti la miglior esperienza possibile, questo sito utilizza i cookie. Utilizzando il sito acconsenti all'uso dei cookie. Abbiamo pubblicato una nuova informativa sui cookie, dove puoi trovare maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo. Vedi l'informativa sui cookie.